giovedì 7 marzo 2013

Liigacup. Una prima analisi.


Si è concluso nella giornata di ieri il turno di qualificazione della Coppa di Lega finlandese, l' "antipasto" della stagione calcistica vera e propria che inizierà il mese prossimo. La competizione è riservata alle 12 squadre di Veikkausliiga, suddivise in 3 gironi da 4. Passano ai quarti di finale le prime due di ogni girone e le due migliori terze. 

Molte certezze e qualche sorpresa in questa prima fase, a cominciare dal gruppo 1, vinto dal TPS con 14 punti, frutto di 4 vittorie e 2 pareggi (unica squadra imbattuta). I bianconeri di Turku sono anche i detentori del titolo, vinto l'anno scorso ai rigori contro l'HJK, e hanno affrontato il girone in maniera decisamente agevole. Ha fatto rumore - e non poco - il clamoroso 5-1 con cui il Tepsi ha sconfitto i cugini dell'Inter, vera e propria delusione di inizio stagione: dopo aver conteso il titolo all'HJK fino all'ultimo, la formazione di Dragtsma in coppa ha raccolto infatti un solo punto, arrivando in fondo al girone; la cessione di Ojala non sembra essere stata ancora completamente assorbita, e a poco è servito sinora l'arrivo di Gruborovics dal JJK. Le due squadre di Turku, per la cronaca, parteciperanno entrambe all'Europa League, assieme all'Honka.
A completare le qualificate del gruppo 1 il Lahti, secondo, e il JJK terzo. Nella squadra di Jyväskylä occhio a Eero Markkanen, autore già di 5 reti e che personalmente avevo scoperto già quando giocava nel Warkaus in terza divisione, cribbio.

Nel gruppo 2 poche storie. L'HJK domina e lo fa vincendo 5 partite e perdendone una, contro il MyPa. Il Klubi ha la chiara intenzione di monopolizzare il campionato quest'anno ma, soprattutto, di superare sto benedetto terzo preliminare di Champions per arrivare quantomeno alla fase a gironi di Europa League. Gli acquisti di Heikkilä, Tainio, Forssell, il ritorno di Ring dal Borussia Mönchengladbach, la conferma di Pohjanpalo e un collettivo già ampiamente collaudato sono una macchina micidiale nelle mani di Sixten Boström, e i 17 gol fatti (con uno solo subito) nelle 6 gare di coppa sono un antipasto niente male.
L'altra squadra qualificata del gruppo 2 è proprio il MyPa, con 13 punti; fuori Honka (peggior terza) e IFK Mariehamn, altra grande delusione con zero punti in classifica. Dalle parti delle Åland si possono comunque consolare con il ritorno di Petteri Forsell, in prestito dal Bursaspor, dove finora ha trovato, purtroppo, pochissimo spazio.

Nel gruppo 3 grande exploit della neopromossa RoPS, che vince il girone mettendo in riga KuPS, Jaro (entrambe comunque qualificate) e VPS, arrivato ultimo e perciò eliminato. La squadra di Rovaniemi ha dimostrato di possedere le carte in regola per disputare un buon campionato; da segnalare in questo gruppo la grande prova nelle fila dei gialloneri di Kuopio del classe '93 Paananen, capocannoniere provvisorio della competizione con Markkanen.

Non c'è tempo per rifiatare, perché tra il 9 e il 13 marzo si giocano quarti e semifinali. Questi gli accoppiamenti:

RoPS-Lahti
MyPa-KuPS
HJK-JJK
TPS-Jaro

Non ci sarà dunque un'altra eventuale finale HJK-TPS, visto che le due squadre, nel caso passassero entrambe il turno, si ritroverebbero in semifinale.

2 commenti:

  1. This is a good piece, as well as the Maspoli's.....like your others of course.... unless you cite Zampini, Spinoza, Umoremaligno, etc and their trash news.....leave the rubbish to that kind of "pseudo-journalists"...we are ourself in what we write....
    (p.s. don't get me wrong... it's just an opinion and suggestion, it's not a criticism)
    A faithful reader.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you man. Did you come back to Italy yet?

      Elimina